Dal 15 giugno, operativa la fruizione del Voucher 3i per le start up innovative

>Dalle ore 12 del 15 giugno 2020 è aperto lo sportello per la presentazione delle domande di accesso ai “Voucher 3I – Investire in innovazione”, l’incentivo per le start up innovative che finanzia l’acquisto di servizi di consulenza per la brevettazione.

Le domande possono essere presentate esclusivamente dalle start up innovative, già iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, ex art. 25, comma 8, decreto legge n. 179/2012.

L’iscrizione al registro deve essere dimostrata al momento della presentazione della richiesta e mantenuta fino alla concessione del voucher.

La domanda di agevolazione può riguardare i seguenti servizi specialistici:

  • servizi di consulenza relativi all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive e alla verifica della brevettabilità dell’invenzione;
  • servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi;
  • servizi di consulenza relativi al deposito all’estero di una domanda che rivendica la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto.

Non sono erogabili servizi di consulenza relativi a risposte a rilievi ministeriali, repliche a rapporti di ricerca, depositi istanze varie. Il voucher non include inoltre gli oneri relativi a tasse e diritti relativi al deposito delle domande di brevetto.

Il voucher, che verrà pagato da Invitalia direttamente al fornitore dei servizi, è pari a:

  • per i servizi di consulenza relativi alla verifica della brevettabilità dell’invenzione e all’effettuazione delle ricerche di anteriorità preventive: 2.000 euro + IVA;
  • per i servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi: 4.000 euro + IVA;
  • per i servizi di consulenza relativi al deposito all’estero della domanda nazionale di brevetto: 6.000 euro + IVA.

Ciascuna start up innovativa può richiedere in un anno (12 mesi conteggiati a partire dalla prima richiesta) la concessione di massimo 3 voucher per singola tipologia di servizio: in totale, quindi, non più di 9 voucher. Inoltre, i voucher richiesti per il medesimo servizio devono far riferimento a diverse invenzioni/domande di brevetto.

La domanda deve essere presentata esclusivamente online a partire dalle ore 12:00 del 15 giugno 2020, attraverso la procedura informatica disponibile sul sito di Invitalia che prevede:

  • la registrazione ai servizi online di Invitalia, indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario;
  • una volta registrati, l’accesso al sito riservato per compilare la domanda online e scaricare la documentazione da allegare.

Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata del legale rappresentante della società.

Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegato l’accordo di consulenza tra la start up innovativa e il fornitore del servizio.

Clicca qui e visita il sito INVITALIA per saperne di più