Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Dal decreto legge Rilancio previsti nuovi incentivi per l’internazionalizzazione delle imprese

Il decreto legge cd. Rilancio (approvato in Consiglio dei Ministri del 13 maggio 2020, n. 45) ha istituito nuovi incentivi per l’internazionalizzazione delle imprese.

Il provvedimento prevede la concessione di contributi a fondo perduto non più sotto forma di aiuto “de-minimis” (permettendo, così, ad ogni impresa di ottenere contributi eccedenti il limite di € 200.000 nel triennio, senza precludere la possibilità di ottenere altre agevolazioni).

Viene, inoltre, introdotta la possibilità per SIMEST di concedere garanzie, tramite la costituzione di un apposito Fondo. Le agevolazioni riguarderanno:

  • la partecipazione a fiere, mostre, missioni di sistema;
  • il finanziamento di studi di fattibilità;
  • lo sviluppo di e-commerce;
  • l’inserimento in azienda di Temporary Export Manager;
  • l’apertura di strutture commerciali.

Per la partecipazione a fiere/mostre e missioni di sistema, i beneficiari sono le PMI, aventi una sede legale in Italia, in forma singola o aggregata. Possono essere finanziate le fiere e le missioni in tutti i Paesi extra UE.

Obiettivo principale è quello di incentivare la partecipazione a fiere e mostre sui mercati extra-comunitari, fino ad un massimo per azienda di tre fiere nel medesimo paese. Anche le missioni di sistema sono finanziate dal Fondo 394, in quanto viste come mirate a promuovere e incrementare la presenza di aziende italiane su mercati extra UE attraverso incontri mirati.

Le spese per l’area espositiva rientrano nelle spese finanziabili assieme a quelle logistiche, promozionali ed eventuali consulenze sempre legata alla partecipazione alle fiere o mostre. Le spese sono finanziabili dalla data di arrivo della domanda di finanziamento a SIMEST.

I costi devono, per essere considerati ammissibili, essere sostenuti nel periodo di realizzazione del programma, che decorre dalla data di presentazione della domanda stessa, terminando 12 mesi dopo la data di stipula del contratto di finanziamento. Possono essere versati prima della domanda i costi di iscrizione, oneri e diritti fissi obbligatori.

Il progetto finanzia al massimo € 100.000 per ogni PMI.
Può essere concesso alle PMI entro il limite del 10% del fatturato dell’ultimo esercizio e non è cumulabile con altre agevolazioni di questo tipo.
La durata del finanziamento è di 4 anni di cui 1 di preammortamento. La domanda deve essere presentata prima della data prevista per l’inizio della fiera o mostra.

Vai sul sito del Governo per leggere il comunicato stampa

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Presentati i bandi di FARE IMPRESA LAZIO

In data 29 luglio 2022 è stata presentata, presso la Camera di Commercio di Roma, l’iniziativa “Fare Impresa Lazio”, un insieme di misure messe in campo e in programmazione per sostenere la ripartenza delle Pmi del territorio. In totale, 205 milioni a sostegno della competitività

Al via i nuovi obblighi informativi sul contratto di lavoro

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 luglio 2022, n. 176 è stato pubblicato il Decreto Legislativo 27 giugno 2022, n. 104, recante “Attuazione della direttiva (UE) 2019/1152 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione

Contattaci