Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

In Gazzetta Ufficiale i chiarimenti sull’autocertificazione del patrimonio immobiliare per cittadini stranieri richiedenti RdC e PdC

Nella Gazzetta Ufficiale del 5 dicembre 2019, n. 285 è stato pubblicato il Decreto MLPS 21 ottobre 2019, recante “Individuazione dei Paesi nei quali non è possibile acquisire la certificazione sulle dichiarazioni ISEE ai fini del Reddito di cittadinanza”.

Il provvedimento – emanato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale – prevede che, ai fini dell’accoglimento della richiesta del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza, i cittadini degli Stati o territori riportati nell’elenco allegato al decreto, sono tenuti a produrre l’apposita certificazione rilasciata dalla competente autorità dello Stato o territorio estero, tradotta in lingua italiana e legalizzata dalla autorità consolare italiana, limitatamente all’attestazione del valore del patrimonio.

L’elenco è aggiornato sulla base delle informazioni che dovessero eventualmente rendersi disponibili, anche mediante la rete diplomatica, sulla possibilità di acquisire presso gli Stati o territori esteri la documentazione necessaria per la compilazione della dichiarazione sostitutiva unica a fini ISEE.

Di seguito i Paesi interessati al provvedimento in commento:

  • Regno del Bhutan
  • Repubblica di Corea
  • Repubblica di Figi
  • Giappone
  • Regione amministrativa speciale di Hong Kong della Repubblica popolare cinese
  • Islanda
  • Repubblica del Kosovo
  • Repubblica del Kirghizistan
  • Stato del Kuwait
  • Malaysia
  • Nuova Zelanda
  • Qatar
  • Repubblica del Ruanda
  • Repubblica di San Marino
  • Santa Lucia
  • Repubblica di Singapore
  • Confederazione svizzera
  • Taiwan
  • Regno di Tonga.
  • Vai sul sito dell Gazzetta Ufficiale per leggere il Decreto

    Condividi:

    Ti potrebbero interessare:

    Rapporto annuale INAPP: analisi e riflessioni sulla formazione in Italia

    Il Rapporto annuale INAPP “Lavoro e formazione: l’Italia di fronte alle sfide del futuro” rappresenta un prezioso strumento di riflessione per chi, come noi, si occupa di queste tematiche. Nel novero dei dati emersi, tutti molto interessanti, penso sia utile soffermarsi su quelli relativi alla

    Contattaci