INAIL – rilascio dell’applicativo Civa per i servizi telematici di certificazione e verifica

L’INAIL – con Circolare del 13 maggio 2019, n. 12 – ha comunicato che a decorrere dal 27 maggio p.v., verrà messo a disposizione dell’utenza l’applicativo “CIVA” (Certificazione e Verifica), che consente la gestione informatizzata dei seguenti servizi:

  • denuncia di impianti di messa a terra
  • denuncia di impianti di protezione da scariche atmosferiche
  • messa in servizio e immatricolazione delle attrezzature di sollevamento
  • riconoscimento di idoneità dei ponti sollevatori per autoveicoli
  • prestazioni su attrezzature di sollevamento non marcate CE
  • messa in servizio e immatricolazione degli ascensori e dei montacarichi da cantiere
  • messa in servizio e immatricolazione di apparecchi a pressione singoli e degli insiemi
  • approvazione del progetto e verifica primo impianto di riscaldamento
  • prime verifiche periodiche.


Da tale data, dunque, i suddetti servizi di certificazione e verifica dovranno essere richiesti esclusivamente utilizzando il servizio telematico CIVA.
Tale nuovo applicativo CIVA consente un’interlocuzione più agevole con l’utenza per la gestione delle diverse fasi delle procedure richieste (per esempio, emissione della matricola, richiesta di documentazione integrativa, assegnazione del tecnico, ecc.).

Pertanto, a decorrere dal 27 maggio 2019, il pagamento delle prestazioni di certificazione e verifica va effettuato attraverso i diversi canali messi a disposizione da “pagoPA” (es. carta di credito, home banking, PayPal, etc).

In tal senso, è possibile consultare la pagina dell’INAIL dedicata al servizio ovvero il sito dell’AgID (Agenzia per l’Italia Digitale).

Scopri di più sul rilascio dell’applicativo Civa per i servizi telematici di certificazione e verifica