Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

INPS: al via l’attribuzione del PIN semplificato per la richiesta delle indennità una tantum da COVID-19

L’INPScon Messaggio del 26 marzo 2020, n. 1381 – ha rilasciato una procedura con PIN semplificato per la richiesta telematica del bonus:

  • per i servizi di baby-sitting;
  • degli indennizzi di € 600 per:
    • a) lavoratori autonomi e partite IVA;
      b) coltivatori diretti;
      c) coloni e mezzadri;
      d) artigiani e commercianti;
      e) stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
      f) lavoratori del settore spettacolo e lavoratori agricoli.
      ex decreto legge n. 18/2020.

      Tutti gli interessati possono ora compilare e inviare le domande di prestazione o servizio inserendo solo la prima parte del PIN, ricevuto via SMS o e-mail e richiesto:

      • sul sito istituzionale dell’INPS, all’indirizzo www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;
      • tramite Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 (a pagamento da rete mobile).
      • Le prime 8 cifre del PIN consentiranno l’autenticazione necessaria per la compilazione e l’invio della domanda online.

        Se non si riceve la prima parte del PIN entro 12 ore dalla richiesta è possibile chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.

        Una particolarità è prevista per il bonus per i servizi di baby-sitting. In questo caso, se la domanda viene inoltrata con il PIN semplificato, il lavoratore deve comunque procurarsi anche la seconda parte del PIN per la registrazione sulla piattaforma Libretto di Famiglia e l’appropriazione telematica del bonus.

        Chi è in possesso di:

        • PIN dispositivo rilasciato dall’INPS (per alcune attività semplici di consultazione o gestione è sufficiente un PIN ordinario);
        • SPID di livello 2 o superiore;
        • Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);
        • Carta Nazionale dei Servizi (CNS),
        • potrà utilizzarle anche per l’inoltro delle domande di prestazione in elenco.

        Clicca qui e leggi di più sul portale INPS

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Rapporto annuale INAPP: analisi e riflessioni sulla formazione in Italia

Il Rapporto annuale INAPP “Lavoro e formazione: l’Italia di fronte alle sfide del futuro” rappresenta un prezioso strumento di riflessione per chi, come noi, si occupa di queste tematiche. Nel novero dei dati emersi, tutti molto interessanti, penso sia utile soffermarsi su quelli relativi alla

Contattaci