Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Le novità INPS per la richiesta degli Assegni Nucleo Familiari

L’INPScon Messaggio del 18 maggio 2020, n. 2047 – ha comunicato che l’avvio della nuova modalità di gestione delle domande di ANF (inizialmente prevista per il periodo di competenza di aprile 2020) è stata rinviata al mese di competenza luglio 2020.

I datori di lavoro interessati al conguaglio di importi di ANF arretrati possono richiedere per ogni singolo dipendente gli importi spettanti entro un tetto massimo di € 3.000 (valorizzando nel flusso Uniemens, all’interno dell’elemento “CausaleRecANF” di “ANFACredAltre”, il codice causale “L036” avente il significato di “Recupero assegni nucleo familiare arretrati”).

Tale limite potrà essere superato – fino ad un importo massimo di € 20.000 – solo nel caso in cui vengano valorizzati contestualmente anche l’elemento “InfoAggCausaliContrib” e il totale degli importi dichiarati in “ImportoAnnoMeseRif” di “InfoAggCausaliContrib”, riferiti al medesimo codice, corrisponda esattamente all’importo esposto nell’elemento “ImportoRecANF” di “ANFACredAltre”.

Le richieste di arretrati, spettanti per importi ulteriori e non conguagliabili secondo le nuove disposizioni, potranno essere effettuate utilizzando, come di consueto, flussi di regolarizzazione con l’indicazione del codice causale “L036” e il totale dell’importo.

Collegati al sito INPS per saperne di più

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Presentati i bandi di FARE IMPRESA LAZIO

In data 29 luglio 2022 è stata presentata, presso la Camera di Commercio di Roma, l’iniziativa “Fare Impresa Lazio”, un insieme di misure messe in campo e in programmazione per sostenere la ripartenza delle Pmi del territorio. In totale, 205 milioni a sostegno della competitività

Al via i nuovi obblighi informativi sul contratto di lavoro

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 luglio 2022, n. 176 è stato pubblicato il Decreto Legislativo 27 giugno 2022, n. 104, recante “Attuazione della direttiva (UE) 2019/1152 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione

Contattaci