Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Le nuove FAQ dell’ANPAL sul Fondo Nuove Competenze

In data 25 marzo 2021, l’ANPAL ha pubblicato 3 nuove Faq sul FNC, inerenti:

  • i termini per la realizzazione dei percorsi di sviluppo delle competenze (Faq n. 28),
  • i lavoratori che non possono prendere parte alle attività per motivazioni differenti (Faq n. 29),
  • l’istanza per lavoratori con contratto di somministrazione sia a tempo indeterminato che a tempo determinato (la Faq n. 30).

 

Al riguardo, con la Faq n. 28 è stato precisato che i termini per la realizzazione dei percorsi di sviluppo delle competenze sono fissati in 90 giorni dall’approvazione dell’istanza estendibili a 120 giorni in caso di istanza presentata e/o realizzata con l’intervento dei Fondi paritetici Interprofessionali e del Fondo per la formazione e il sostegno al reddito.
Queste scadenze sono riferite solo alla realizzazione e conclusione delle attività di sviluppo delle competenze. Le ulteriori attività finali, successive all’attività formativa, utili per redigere l’attestazione delle competenze sono da intendersi al di fuori del termine dei 90 e 120 giorni. La richiesta di saldo, unitamente all’attestazione delle competenze, deve essere presentata ad ANPAL entro 40 giorni dalla conclusione delle attività formative, se l’istanza è stata presentata prima del 18 febbraio 2021 (ovvero, entro 20 giorni se l’istanza è stata presentata dal 18 febbraio 2021).

Con la Faq n. 29, è stato chiarito che, qualora alcuni lavoratori inseriti nell’elenco inviato in fase di istanza e oggetto di ammissione a contributo non possano prendere parte alle attività di sviluppo delle competenze non è possibile procedere alla loro sostituzione del personale. Per tali dipendenti sarà possibile presentare un’altra istanza di contributo.

Infine, la Faq n. 30 viene ribadito che è possibile presentare istanza sia per i lavoratori assunti con contratto di somministrazione a tempo indeterminato che a tempo determinato.
L’istanza deve essere presentata dal datore di lavoro.

Clicca e leggi le FAQ.

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Rapporto annuale INAPP: analisi e riflessioni sulla formazione in Italia

Il Rapporto annuale INAPP “Lavoro e formazione: l’Italia di fronte alle sfide del futuro” rappresenta un prezioso strumento di riflessione per chi, come noi, si occupa di queste tematiche. Nel novero dei dati emersi, tutti molto interessanti, penso sia utile soffermarsi su quelli relativi alla

Contattaci