Le 5 buone motivazioni per preferire un tirocinio o uno stage

PERCHE’ DOVRESTI RIVALUTARE UNO STAGE O UN TIROCINIO CHE AVRESTI SCARTATO

Da sempre si è portati ad associare il tirocinio a qualcosa di negativo. La paura maggiore è quella di non essere considerati come si vorrebbe nelle aziende che assumono con questo tipo di contratto.

In realtà ci sono alcuni falsi miti da sfatare e il tirocinio, o lo stage altro non è che una grande opportunità che viene data da parte delle aziende a tutti i giovani in cerca di una prima occupazione.

Ci sono almeno 5 buone ragioni che andrebbero valutate per riconsiderare una proposta di stage, o tirocinio che in passato avete rifiutato. Vediamo quali.

1. MAGGIORE FLESSIBILITA’ CON GLI ORARI LAVORATIVI

Se, da una parte, è vero che i giovani non hanno voglia di svegliasi al mattino per andare a lavorare, d’ altro canto va considerato che alcune aziende si approfittano dei nuovi arrivati, affidandogli mansioni che non gli spettano e facendoli lavorare, sfruttandoli per un numero di ore sproporzionate alla paga.

Con il contratto di stage, o tirocinio tutto ciò non può accadere, perché ci sono un minimo e un massimo di ore in cui il tirocinante deve lavorare. Quindi non gli si può obiettare nessun tipo di “pigrizia”, o “sfatica mento” nel momento in cui il giovane stagista ha compiuto nel pieno il suo lavoro nelle ore previste e può, anzi, obiettare in caso contrario. Sì è più liberi di gestire le ore come meglio si crede, l’importante è rispettare gli orari di apertura e chiusura previsti dall’azienda.

2. SI IMPARA UN LAVORO DEL TUTTO NUOVO

Ricordatevi sempre, quando iniziate uno stage, che state imparando un lavoro del tutto nuovo per voi. Non siete quindi obbligati a sapere tutto. Potete sentirvi liberi di chiedere spiegazioni qualora non abbiate chiara qualche nozione e potete sentirvi liberi di sbagliare per imparare meglio la nuova attività che state svolgendo. Attenzione a non esagerare però. Sicuramente saranno molte le sgridate da parte del capo che vi risparmierete, ma d’altra parte voi cercate di dare il vostro meglio per spiccare nel vostro operato. Ricordatevi che se fate con cura tutte le cose, si ricorderanno per sempre di voi. Da questo momento in poi anche voi potrete, così collezionare nel vostro curriculum una serie di esperienze lavorative.

3. POSSIBILITA’ DI PUNTARE AD UN DIVERSO TIPO DI CONTRATTO, PIU’ STABILE E DURATURO

L’obiettivo dello stage è proprio questo: puntare al vostro futuro. Se vi impegnate al massimo nel vostro lavoro saranno in molti a non poter più fare a meno di voi. Non abbiate paura di mostrare il lato migliore e più brillante che è in voi: fate valere le vostre capacità. Mostratele a pieno. Vedrete che in questo modo non solo sarete apprezzati dall’azienda nell’immediato, ma a lungo andare potrebbero decidere di assumervi e a questo punto sarebbero costretti a proporvi un tipo di contratto più significativo per voi e impegnativo per loro. Non solo, a tal proposito l’azienda che vi assume se siete una risorsa valida e con un’alta profilazione avrebbe diversi sgravi fiscali. Converrebbe, così a loro avervi e a voi impegnarvi, affinchè vi notino.

4. POSSIBILITA’ DI TROVARE LA PROPRIA STRADA E ARRIVARE A SVOLGERE UN LAVORO CHE VI PIACE DAVVERO E PER CUI SIETE QUALIFICATI

La pecca dello stage è che si lavora poche ore, per bassi stipendi. Ovviamente perché le possibilità di scelta da parte delle aziende sono molteplici. Molti possiedono la vostra stessa qualifica e hanno svolto il vostro stesso percorso di studi. Dovete fare in modo che vi preferiscano. Questo, però vi consente di poter “provare” diverse strade. Generalmente uno stage ha durata 3-6 mesi, dipende dal tipo di contratto che scegliete, accordandovi con il vostro capo aziendale. In questo arco di tempo potrete pensare se davvero la strada che avrete deciso intraprendere fa per voi.

5. SCAMBIO TRA AZIENDA E STAGISTA

Lo stage è un’opportunità. Come tale va sfruttata. Si tratta , in effetti, di uno scambio tra l’azienda e il ragazzo che decide di intraprendere una nuova attività lavorativa.

Per tutte queste ragioni essere uno stagista è una vera e propria garanzia. Ovviamente come tutte le cose deve essere reciproca e deve esserci uno scambio equo.

L’azienda paga e si prende la responsabilità di assumervi per un determinato tot di tempo.

Ora che avete le idee più chiare in materia di stage, pensate bene prima di rifiutare quell’offerta lavorativa che vi entusiasmava tanto, solo perché si trattava di uno stage ed era quindi, poco remunerate.

Fate dello stage un investimento sul vostro futuro e sfruttatelo a pieno.