Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Nuove ipotesi di stipula dei contratti a termine stagionali nella provincia di Roma

Il 2 settembre 2019 è stato sottoscritto – tra ConfCommercio Roma e FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS – l’Accordo sulla stagionalità nel settore del commercio per la provincia di Roma.
L’Accordo in commento riconosce il carattere della stagionalità dei contratti a termine, nei seguenti periodi:

  • dall’1 maggio al 30 settembre e tra l’1 dicembre e il 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività:
  • a) commerciali ubicate nel I e X Municipio;
    b) musei, siti archeologici e iniziative socio-culturali, artistiche e sportive;
    c) parcheggi e autorimesse;
    d) noleggio di veicoli a motore e non;
    e) servizi di bus turistici.

  • dall’1 dicembre al 15 febbraio dell’anno successivo per i negozi di giocattoli.
  • L’Accordo si applica alle imprese associate a Confcommercio Roma e che applicano e rispettano integralmente sia la parte economica/normativa che la parte obbligatoria del CCNL per i dipendenti da aziende del Terziario della Distribuzione e dei Servizi (e che non utilizzano contratti di lavoro intermittente nei suddetti periodi).
    L’Accordo in commento si inserisce in un “percorso già tracciato” in altri comparti e/o in altri territori: in tal modo, la contrattazione collettiva sta “sterilizzando” la portata limitatrice del cd. decreto dignità in tema di contratti a termine.
    Infatti, con l’individuazione di attività e periodi declinati all’interno della cd. “stagionalità”, è permesso all’azienda di continuare ad utilizzare il contratto a tempo determinato, senza ricadere:
    a) nelle criticità inerenti l’inserimento delle causali giustificatrici;
    b) nei maggiori costi (aumento dell’aliquota contributiva conto azienda) in caso di rinnovo di un contratto a termine precedentemente stipulato.

    Condividi:

    Ti potrebbero interessare:

    Contattaci