Presentazione modello 730/2019 e rimborso di importi: i chiarimenti dell’AE

L’Agenzia delle Entrate – con provvedimento del 19 giugno 2019, prot. n. 207079 – ha fissato i criteri per l’individuazione degli elementi di incoerenza delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2019 con esito a rimborso nonché le modalità di cooperazione finalizzata ai controlli preventivi.
L’effettuazione della verifica preventiva avviene con modalità di cooperazione con l’INPS.

Com’è noto, la legge n. 208/2015 (la legge di Stabilità 2016) ha previsto che nel caso di presentazione della dichiarazione direttamente o tramite il sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, con modifiche rispetto alla dichiarazione precompilata che incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta e che presentano elementi di incoerenza rispetto ai criteri pubblicati con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate o determinano un rimborso di importo superiore a 4.000 euro, l’Agenzia delle Entrate può effettuare controlli preventivi, in via automatizzata o mediante verifica della documentazione giustificativa, entro quattro mesi dal termine previsto per la trasmissione della dichiarazione, o dalla data della trasmissione, se questa è successiva a detto termine.

Il rimborso spettante al termine delle operazioni di controllo preventivo è erogato dall’Agenzia delle Entrate non oltre il sesto mese successivo al termine previsto per la trasmissione della dichiarazione, o dalla data della trasmissione, se questa è successiva a detto termine.

Quindi, i controlli preventivi possono trovare applicazione anche con riferimento alle dichiarazioni presentate ai CAF o ai professionisti abilitati.

Per tale motivo l’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 207079/2019 del 19 giugno 2019 ha approvato i criteri per individuare gli elementi di incoerenza da utilizzare per effettuare i controlli delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2019 con esito a rimborso.

Scopri di più sui chiarimenti dell’AE riguardo la presentazione modello 730/2019 e rimborso di importi.