Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Pubblicato il Decreto MLPS/MEF sul tasso di disparità occupazionale uomo/donna per il 2020

In data 26 novembre 2019, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato il Decreto Interministeriale MLPS/MEF n. 371/2019 che individua – per l’anno 2020 – i settori e le professioni caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% il valore medio annuo, per l’applicazione degli incentivi all’assunzione ex art. 4, commi 8-11, legge 92/2012.

Al riguardo, si ricorda che la cd. legge Fornero aveva previsto – in caso di assunzione a tempo determinato – un beneficio contributivo pari alla riduzione del 50% dell’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro.
Se il contratto (dopo gli iniziali 12 mesi) fosse stato trasformato a tempo indeterminato, la riduzione contributiva sarebbe spettata per ulteriori 6 mesi (qualora il contratto fosse stato instaurato da subito a tempo indeterminato, la riduzione contributiva sarebbe spettata per un periodo di 18 mesi dalla data di assunzione).

L’incentivo in commento spetta:

  • ai soggetti di età non inferiore a 50 anni disoccupati da oltre 12 mesi;
  • a donne di qualsiasi età.

Per le donne devono essere:

  • prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, residenti in regioni ammissibili al finanziamento nell’ambito dei fondi strutturali dell’Unione Europea;
  • “prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi” e con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere (art. 2, punto 4, lett. f), del Regolamento UE n. 651/2014, annualmente individuate con decreto del MLPS e del MEF;
  • prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi, ovunque residenti.

Il Decreto interministeriale in commento definisce, per il 2020, i settori o le professioni caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere (punto 2).

Scopri di più sul Decreto Interministeriale n. 371/2019.

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Contattaci