Siglato il rinnovo contrattuale del CCNL Terziario Commercio (Confcommercio)

In data 10 settembre 2019 è stato sottoscritto – tra CONFCOMMERCIO Imprese per l’Italia e FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTUCS UIL – l’accordo con il quale le Parti, per effetto di lievissimi disallineamenti degli importi di riferimento dei minimi contrattuali che si sono avuti per l’uso di sistemi informatici di supporto, hanno inteso ridefinire, a decorrere dal 01 gennaio 2020, i minimi tabellari.

Al riguardo, i nuovi importi sono i seguenti:

E’ opportuno poi ricordare che, sempre in tale data, CONFCOMMERCIO Imprese per l’Italia e MANAGERITALIA hanno siglato l’Accordo in materia di welfare e bilateralità per i Dirigenti del terziario, prevedendo:

  • un aumento del contributo integrativo a carico del datore di lavoro da versare la Fondo Mario Negri. Pertanto, per il periodo di proroga del CCNL (01 gennaio – 31 dicembre 2019), l’aliquota del contributo integrativo a carico dell’azienda, passa dall’attuale 2,11% al 2,15% della retribuzione convenzionale annua di riferimento;
  • che a decorrere dal 10 settembre 2019, i redditi derivanti da piani azionari o comunque da piani retributivi basati su strumenti finanziari, non rilevano ai fini del calcolo del TFR, degli istituti contrattuali diretti o indiretti e dell’indennità sostitutiva del preavviso.