Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Tirocini extracurriculari: pubblicate dalla Fondazione Studi CdL le FAQ aggiornate

La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha pubblicato le FAQ inerenti i tirocini extracurriculari, aggiornate al 30 ottobre 2019.
Di seguito, alcuni spunti interessanti.

Nel calcolo della forza lavoro per l’individuazione del numero di tirocini attivabili in azienda devono essere computati anche gli apprendisti.
Il contratto di lavoro subordinato a tempo determinato è computato qualora la durata sia sufficiente a coprire l’intera durata del tirocinio.
I dipendenti con contratto di lavoro subordinato part-time sono inclusi nel computo per la determinazione del numero di tirocini attivabili in azienda, nel rispetto dei limiti stabiliti dalla regolazione regionale.
Ai fini del computo tali rapporti sono da considerarsi in proporzione alle ore previste dal contratto individuale di lavoro, nel rispetto dei criteri ex art. 9, Dlgs. n. 81/2015.
Non sono previsti limiti all’attivazione di tirocini extra-curriculari, autofinanziati, in funzione del rapporto di parentela o affinità tra i soggetti coinvolti.
Diversamente, si segnala che nel caso di tirocini finanziati con risorse pubbliche, di norma non è possibile instaurare il tirocinio se tra il tirocinante e il titolare dell’impresa ospitante sussiste un vincolo di parentela.
Non è possibile attivare un tirocinio se il tirocinante ha avuto un rapporto di lavoro, una collaborazione o un incarico (prestazioni di servizio) con il medesimo soggetto ospitante nei due anni precedenti l’attivazione del tirocinio, salvo diverse disposizioni della regolazione regionale di riferimento.

È possibile sospendere il tirocinio, conformemente con quanto disposto dalla regolazione regionale di riferimento, nelle seguenti ipotesi:

  • maternità̀ (alcune regioni contemplano anche l’ipotesi della paternità̀ obbligatoria);
  • infortunio e malattia di lunga durata (di norma superiore ai 30 giorni);
  • chiusura aziendale (di norma superiore a 15 giorni).
  • Le regolazioni regionali possono prevedere ulteriori ipotesi di sospensione.
    Il periodo di sospensione non concorre al computo della durata complessiva del tirocinio.

    Vai sul sito Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro per leggere il Documento

    Condividi:

    Ti potrebbero interessare:

    Riparte l’incentivo per potenziare le strutture ricettive del Turismo

    Invitalia – con comunicato stampa del 23 maggio 2024 – ha ricordato che dal 01 luglio 2024 riparte FRI-Tur, l’incentivo che punta a migliorare i servizi di ospitalità delle strutture ricettive e a favorire gli investimenti nel settore fieristico, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità

    Le novità dell’INAIL sul Bando ISI 2023

    L’INAIL – con comunicato del 17 maggio 2024 – ha reso noto che scade il 30 maggio il termine per compilare le domande per il bando ISI 2023, che mette a disposizione delle imprese contributi in conto capitale per realizzare progetti per il miglioramento delle

    Contattaci

      Sicilia

      QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

      • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 5 dipendenti;
      • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 20 dipendenti;
      • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

      CHI SONO I DESTINATARI?

      Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

      QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

      Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

      QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

      In qualsiasi momento.

      QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

      Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

      QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

      L’indennità mensile non può essere inferiore ai 300 euro.

      A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

      A carico dell’azienda ospitante.

      Lazio

      QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

      • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 5 dipendenti;
      • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 20 dipendenti;
      • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

      CHI SONO I DESTINATARI?

      Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

      QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

      Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

      QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

      In qualsiasi momento.

      QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

      Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

      QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

      L’indennità mensile è di 800 euro.

      A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

      A carico dell’azienda ospitante.

      Abruzzo

      QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

      • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 6 dipendenti
      • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 7 a 19 dipendenti
      • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

      CHI SONO I DESTINATARI?

      Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

      QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

      Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

      QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

      In qualsiasi momento.

      QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

      Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

      QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

      L’indennità mensile non può essere inferiore ai 600 euro.

      A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

      A carico dell’azienda ospitante.