Le novità normative sui contratti a termine nelle fondazioni lirico sinfoniche

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2019, n. 151 è stato il decreto legge del 28 giugno 2019, n. 59, recante “Misure urgenti in materia di personale delle fondazioni lirico sinfoniche, di sostegno del settore del cinema e audiovisivo e finanziamento delle attività del Ministero per i beni e le attività culturali e per lo svolgimento della manifestazione UEFA Euro 2020“.

Al riguardo, stante l’inserimento dei commi 3-bis e 3-ter nell’art. 29, Dlgs. 81/2015, per le fondazioni lirico sinfoniche si prevede che:

  • in presenza di esigenze contingenti o temporanee determinate dall’eterogeneità delle produzioni artistiche che rendono necessario l’impiego anche di ulteriore personale artistico e tecnico ovvero dalla sostituzione di lavoratori temporaneamente assenti, le fondazioni lirico sinfoniche possono stipulare – con atto scritto a pena di nullità – uno o più contratti di lavoro a tempo determinato per lo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria legale, per una durata che non può superare complessivamente, fatte salve le diverse disposizioni dei contratti collettivi, i 48 mesi, anche non continuativi, anche all’esito di successive proroghe o rinnovi. Al raggiungimento di tale limite decade ogni diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo determinato eventualmente maturato dal lavoratore in forza di disposizioni della contrattazione collettiva;
  • la violazione di norme inderogabili riguardanti la costituzione, la durata, la proroga o i rinnovi di contratti di lavoro subordinato a tempo determinato non ne comporta la conversione in contratti a tempo indeterminato (il lavoratore interessato ha diritto al risarcimento del danno derivante dalla prestazione di lavoro in violazione di disposizioni imperative; le fondazioni hanno l’obbligo di recuperare le somme pagate a tale titolo nei confronti dei dirigenti responsabili, qualora la violazione sia dovuta a dolo o colpa grave).


Infine, con la modifica dell’art. 22, Dlgs. n. 367/1996, si definisce una nuova modalità di reclutamento del personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Scopri di più riguardo alle novità normative sui contratti a termine nelle fondazioni lirico sinfoniche.