Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

Al via i percorsi formativi della Regione Lazio per gli autotrasportatori

La Regione Lazio – con Determinazione Direttoriale del 14 febbraio 2022, n. G01419 – ha pubblicato un nuovo avviso pubblico che finanzia i percorsi formativi per autotrasportatori, con dei voucher che per due anni andranno a coprire il 50% dei costi per l’acquisto dei corsi per:

  • l’ottenimento della Patente C e C1,
  • la Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM),
  • il Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose.

L’Avviso prevede la concessione di voucher per il settore dell’autotrasporto di merci per la partecipazione a percorsi formativi professionalizzanti al fine di contribuire all’integrazione immediata nel mercato del lavoro di disoccupati/inoccupati.
In particolare, i destinatari potranno utilizzare il voucher per partecipare ai percorsi formativi preparatori per accedere agli esami finalizzati al conseguimento delle seguenti attestazioni:

  • Patente C o C1; – Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM);
  • Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose.

Il voucher potrà essere utilizzato anche per acquisire congiuntamente le patenti e le attestazioni di cui sopra. Il voucher non può al contrario essere utilizzato per la partecipazione ai corsi di aggiornamento. I percorsi per i quali può essere riconosciuto il voucher possono essere erogati da autoscuole private localizzate nel Lazio.

I voucher sono destinati a disoccupati/inoccupati residenti o domiciliati nel Lazio in possesso almeno di una patente di guida di tipo B; per partecipare al percorso, gli interessati dovranno risultare iscritti ad un CPI ed aver rilasciato una DID (Dichiarazione di immediata disponibilità).
Le informazioni in merito all’iscrizione al CPI, sul rilascio della DID e per il contatto con i centri sono disponibili al seguente portale regionale:
http://spaziolavoro.regione.lazio.it/pages/lavoro/i-centri-limpiego
http://spaziolavoro.regione.lazio.it/pages/lavoro/servizi-al-cittadino/le-iscrizioni

I disoccupati extracomunitari dovranno essere residenti nella regione Lazio ed in possesso di un regolare permesso di soggiorno CE.
L’importo complessivamente stanziato è di € 1.000.000 a valere sul PR FSE+2021-2027” Priorità “Occupazione” – Obiettivo specifico a).
L’ammontare delle differenti tipologie di contributo è il seguente:

  • Patente C, fino ad un massimo di € 500,00;
  • Patente C1, fino ad un massimo di € 1.100,00;
  • Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM) fino ad un massimo di € 3.000,00;
  • Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose fino ad un massimo di € 700,00;
  • Patente C e Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM) fino ad un massimo di € 3.500,00;
  • Patente C1 e Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM) fino ad un massimo di € 4.100,00;
  • Patente C e Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose fino ad un massimo di € 1.200,00;
  • Patente C1 e Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose fino ad un massimo di € 1.800,00;
  • Patente C, Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM) e Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose fino ad un massimo di € 4.200,00;
  • Patente C1, Carta di Qualificazione del Conducente Merci (CQCM) e Patentino ADR per il trasporto di merci pericolose fino ad un massimo di € 4.800,00.

Il valore del voucher riconosciuto è pari al 50% del costo delle patenti e delle abilitazioni descritte in precedenza entro i massimali previsti per la singola tipologia di contributo numerate da 1 a 10.

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 9:00 del 21 febbraio 2022 e comunque entro le ore 17:00 del 30 giugno 2022, compilando l’Allegato A dell’Avviso da sottoscrivere e trasformare in PDF, e inviare esclusivamente via PEC all’indirizzo: autotrasportatori2022@regione.lazio.legalmail.it.
riportando nell’oggetto della PEC la seguente dicitura “Voucher per l’acquisto di percorsi formativi per il settore dell’autotrasporto”.

Unitamente all’allegato A deve essere inviato via PEC l’allegato B dell’Avviso in Excel. Va trasmesso in allegato anche il documento di identità del richiedente (in formato PDF).
È possibile presentare, da parte di ciascuna persona fisica, una sola domanda di ammissione a contributo. È possibile quindi presentare una sola richiesta per ogni codice fiscale. Solo nel caso in cui la domanda venga respinta, il cittadino interessato potrà proporre una nuova e diversa richiesta.

Clicca per leggere l’Avviso Pubblico – Determinazione n. G01419 del 14/02/2022

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Riparte l’incentivo per potenziare le strutture ricettive del Turismo

Invitalia – con comunicato stampa del 23 maggio 2024 – ha ricordato che dal 01 luglio 2024 riparte FRI-Tur, l’incentivo che punta a migliorare i servizi di ospitalità delle strutture ricettive e a favorire gli investimenti nel settore fieristico, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità

Le novità dell’INAIL sul Bando ISI 2023

L’INAIL – con comunicato del 17 maggio 2024 – ha reso noto che scade il 30 maggio il termine per compilare le domande per il bando ISI 2023, che mette a disposizione delle imprese contributi in conto capitale per realizzare progetti per il miglioramento delle

Contattaci

    Sicilia

    QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

    • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 5 dipendenti;
    • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 20 dipendenti;
    • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

    CHI SONO I DESTINATARI?

    Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

    QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

    Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

    QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

    In qualsiasi momento.

    QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

    Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

    QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

    L’indennità mensile non può essere inferiore ai 300 euro.

    A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

    A carico dell’azienda ospitante.

    Lazio

    QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

    • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 5 dipendenti;
    • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 20 dipendenti;
    • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

    CHI SONO I DESTINATARI?

    Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

    QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

    Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

    QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

    In qualsiasi momento.

    QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

    Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

    QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

    L’indennità mensile è di 800 euro.

    A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

    A carico dell’azienda ospitante.

    Abruzzo

    QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

    • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 6 dipendenti
    • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 7 a 19 dipendenti
    • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

    CHI SONO I DESTINATARI?

    Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

    QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

    Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

    QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

    In qualsiasi momento.

    QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

    Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

    QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

    L’indennità mensile non può essere inferiore ai 600 euro.

    A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

    A carico dell’azienda ospitante.