Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

I chiarimenti INPS sulle agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati per il 2020

L’INPScon Circolare del 14 febbraio 2020, n. 27 – ha illustrato le novità introdotte dall’art. 1, comma 343, legge n. 160/2019, relativamente ai benefici relativamente ai benefici previsti per la frequenza di asili nido pubblici e privati, ex art. 1, comma 355, legge n. 232/2016, nonché le modalità di presentazione delle relative domande di accesso per l’anno 2020.

La domanda per il contributo può essere presentata dal genitore del minore (nato, ovvero adottato) per uno dei seguenti eventi:
a) pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati (cd. “Contributo asilo nido”);
b) utilizzo di forme di supporto presso la propria abitazione a favore di bambini, al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche (cd. “Contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione”).

Con riferimento al “Contributo asilo nido”, gli importi massimi concedibili in base all’ISEE sono i seguenti:

  • ISEE minorenni fino ad € 25.000: budget annuo € 3.000 (importo massimo mensile erogabile € 272,72).
  • Nel caso di pagamento di dieci mensilità erogate al massimo dell’importo mensile concedibile (€ 272,72), l’undicesima mensilità sarà erogata per un importo massimo di € 272,70, per non superare il tetto annuo di € 3.000 per minore.

  • ISEE minorenni da € 25.001 fino ad € 40.000: budget annuo € 2.500 (importo massimo mensile erogabile € 227,27).
  • Nel caso di pagamento di dieci mensilità erogate al massimo dell’importo mensile concedibile (€ 222,27), l’undicesima mensilità sarà erogata per un importo massimo di € 227,20, per non superare il tetto annuo di € 2.500 per minore.

  • ISEE minorenni da € 40.001: budget annuo € 1.500 (importo massimo mensile erogabile € 136,37).
  • Nel caso di pagamento di dieci mensilità erogate al massimo dell’importo mensile concedibile (€ 136,37), l’undicesima mensilità sarà erogata per un importo massimo di € 136,30, per non superare il tetto annuo di € 1.500 per minore.

    Il contributo mensile erogato dall’Istituto non potrà comunque eccedere la spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.
    Invece, con riferimento al “Contributo per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione” l’importo della prestazione erogata in funzione dell’ISEE è la seguente:

  • ISEE minorenni fino ad € 25.000 – importo erogabile € 3.000;
  • ISEE minorenni da € 25.001 ad € 40.000 – importo erogabile € 2.500;
  • ISEE minorenni da € 40.001 – importo erogabile € 1.500.
  • Nel caso in cui non sia presente un ISEE minorenni in corso di validità, il budget assegnato sarà pari ad € 1.500.

    La domanda deve essere presentata, corredata con la specifica documentazione, esclusivamente in via telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB – tramite il servizio on line dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto;
  • Contact Center multicanale – chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN;
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.
  • Collegati al sito INPS per saperne di più

    Condividi:

    Ti potrebbero interessare:

    promozione e lo sviluppo dell'imprenditoria giovanile nel settore agricolo

    Le nuove agevolazioni per i Giovani imprenditori agricoli

    Nella Gazzetta Ufficiale del 26 marzo 2024, n. 72 è stata pubblicata la legge 15 marzo 2024, n. 36, recante “Disposizioni per la promozione e lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile nel settore agricolo”. Al riguardo, dal 10 aprile 2024, è istituito un Fondo (dotazione di 15

    oltre la fine del lavoro

    Oltre la “fine del lavoro”: concentriamoci sulle vere questioni

    Sono passati quasi 30 anni dalla pubblicazione del saggio di Jeremy Rifkin “La fine del lavoro. Il declino della forza lavoro globale e l’avvento dell’era post-mercato”, in cui si preconizzava la sostituzione del lavoro umano con quello delle macchine – cui oggi potrebbe aggiungersi l’intelligenza

    Contattaci

      Sicilia

      QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

      • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 5 dipendenti;
      • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 20 dipendenti;
      • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

      CHI SONO I DESTINATARI?

      Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

      QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

      Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

      QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

      In qualsiasi momento.

      QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

      Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

      QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

      L’indennità mensile non può essere inferiore ai 300 euro.

      A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

      A carico dell’azienda ospitante.

      Lazio

      QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

      • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 5 dipendenti;
      • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 6 a 20 dipendenti;
      • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

      CHI SONO I DESTINATARI?

      Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

      QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

      Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

      QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

      In qualsiasi momento.

      QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

      Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

      QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

      L’indennità mensile è di 800 euro.

      A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

      A carico dell’azienda ospitante.

      Abruzzo

      QUANTI TIROCINI POSSONO ESSERE ATTIVATI IN UN’AZIENDA?

      • 1 tirocinante se l’azienda ha fino a 6 dipendenti
      • 2 tirocinanti se l’azienda ha da 7 a 19 dipendenti
      • 10% di tutti i dipendenti per un organico superiore alle 20 unità.

      CHI SONO I DESTINATARI?

      Disoccupati, inoccupati, persone svantaggiate.

      QUAL È LA DURATA DEL TIROCINIO?

      Il tirocinio non può essere inferiore ai 2 mesi (salvo eccezioni) e non superiore ai 6 mesi, escluso per persone con disabilità che può essere attivato fino a 24 mesi.

      QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE?

      In qualsiasi momento.

      QUANDO SI ATTIVA, INTERROMPE O PROROGA UN TIROCINIO, è NECESSARIO EFFETTUARE LA COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA?

      Si ed è a carico dell’azienda ospitante.

      QUAL è L’INDENNITà MENSILE?

      L’indennità mensile non può essere inferiore ai 600 euro.

      A CARICO DI CHI è L’ASSICURAZIONE INAIL E LA RC?

      A carico dell’azienda ospitante.