Viale Castrense, 8 - 00182 Roma (RM)
Via Pignatelli Aragona, 82 - 90141 Palermo (PA)

+39 06 70702121
+39 342 6488903

apl@solcosrl.it

CCNL Autotrasporto: definita la nuova modalità di erogazione degli incentivi per la formazione professionale

Nella Gazzetta Ufficiale del 26 novembre 2019, n. 277 è stato pubblicato il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 22 luglio 2019, recante “Modalità di erogazione dei contributi per iniziative di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto per l’annualità 2019“.

I soggetti destinatari della suddetta misura sono le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi, i cui titolari, soci, amministratori, nonché dipendenti o addetti inquadrati nel CCNL logistica, trasporto e spedizioni, partecipino ad iniziative di formazione o aggiornamento professionale volte:

  • all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa;
  • alle nuove tecnologie;
  • allo sviluppo della competitività;
  • all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro.

Le risorse da destinare all’agevolazione per nuove azioni di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto ammontano complessivamente ad € 5.000.000. Ai fini del finanziamento, l’attività formativa deve essere avviata a partire dal 18 marzo 2020 e deve avere termine entro il 31 luglio 2020. Potranno essere ammessi costi di preparazione ed elaborazione del piano formativo anche se antecedenti a tale data, purché successivi al 26 novembre 2019.

Da tali iniziative sono esclusi i corsi di formazione finalizzati all’accesso alla professione di autotrasportatore e all’acquisizione o al rinnovo di titoli richiesti obbligatoriamente per l’esercizio di una determinata attività di autotrasporto. Non sono concessi aiuti alla formazione organizzata dalle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.

Il contributo massimo erogabile per l’attività formativa è fissato secondo le seguenti soglie:

  • € 15.000 per le microimprese (che occupano meno di dieci unità);
  • € 50.000 per le piccole imprese (che occupano meno di cinquanta unità);
  • € 130.000 per le medie imprese (che occupano meno di duecentocinquanta unità);
  • € 200.000 per le grandi imprese (che occupano un numero pari o superiore a duecentocinquanta unità).

Per la determinazione del contributo si terrà altresì conto dei seguenti massimali:

  • ore di formazione, 30 per ciascun partecipante;
  • compenso della docenza in aula: € 120 per ogni ora;
  • compenso dei tutor: 30 € per ogni ora;
  • servizi di consulenza a qualsiasi titolo prestati: 20% del totale dei costi ammissibili.

Le domande per accedere ai contributi devono essere presentate, a partire dal 26 novembre 2019 ed entro il termine perentorio del 13 dicembre 2019, possono essere trasmesse, esclusivamente, a pena di inammissibilità, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo ram.formazione2019@pec.it.

Scopri di più sul Decreto 22 luglio 2019.

Condividi:

Ti potrebbero interessare:

Presentati i bandi di FARE IMPRESA LAZIO

In data 29 luglio 2022 è stata presentata, presso la Camera di Commercio di Roma, l’iniziativa “Fare Impresa Lazio”, un insieme di misure messe in campo e in programmazione per sostenere la ripartenza delle Pmi del territorio. In totale, 205 milioni a sostegno della competitività

Al via i nuovi obblighi informativi sul contratto di lavoro

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 luglio 2022, n. 176 è stato pubblicato il Decreto Legislativo 27 giugno 2022, n. 104, recante “Attuazione della direttiva (UE) 2019/1152 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione

Contattaci